Una mano “passata” sul cuore

In questi giorni si parla molto dei migranti sfruttati in tutto il sud Italia nell’agricoltura. Comunque la si pensi è un problema che nessuno può negare.

Per questo la nostra buona notizia del lunedì è la salsa SfruttaZero, una cooperativa pugliese che non si accontenta di essere solidale, pagando il giusto i suo lavoratori italiani e stranieri, ma che i volti di quei lavoratori li mette sull’etichetta, per differenziarsi dai tanti, troppi, che nascondono con cura i lavoranti in nero sui propri campi.

SfruttaZero costa un ovviamente po’ di più delle altre passate di pomodoro, ma vi garantisce almeno quaranta interventi polemici su facebook senza la cattiva coscienza di aver contribuito a quello stesso sfruttamento che, aprendo o chiudendo i porti, a seconda delle fazioni, sostenete di voler combattere.

nessun commento

Aggiungi il tuo commento