La prima guerra mondiale della movida

La Movida, si sa, è da tempo in tutte le città al centro di una guerra (non sempre) fredda fra residenti e operatori del divertimento.

Ne sa qualcosa un dj francese che nella notte fra venerdì e sabato scorso, in via San Teodoro a Roma, è stato colpito da un piombino nella spalla destra durante una festa in terrazza.

A sparare Giovanni N., avvocato in pensione di 88 anni, che aveva modificato con un mirino di precisione l’arma ad aria compressa (altri 10 fucili da caccia sono stati trovati dai carabinieri nella sua abitazione), probabilmente stanco della musica a tutto volume che disturbava le sue notti.

La vicenda, che ricorda da vicino una scena de L’Ultimo Capodanno, film di Marco Risi tratto da un racconto di Ammanniti, potrebbe essere l’atto scatenante della prima guerra mondiale, considerata anche la provenienza del dj, della Movida.

Anche col negroni in mano, restiamo umani.

nessun commento

Aggiungi il tuo commento